Migranti ultrasessantenni provenienti da Italia e Spagna: una popolazione a rischio di epatite C

Migranti ultrasessantenni provenienti da Italia e Spagna: una popolazione a rischio di epatite C

Uno studio di recente pubblicazione ha dimostrato che le persone ultrasessantenni, immigrate in Svizzera dall’Italia e dalla Spagna, presentano un rischio tre volte maggiore di aver contratto un’infezione da epatite C. Gli autori del team di Barbara Bertisch e Fabio Giudici, dell’Istituto di medicina sociale e preventiva dell’Università di Berna, spiegano tali risultati con gli alti tassi di contagio registrati nel settore sanitario in Spagna e in Italia tra il 1950 e il 1970.

In futuro si dovrà tenere conto di tali risultati per raccomandare i test di screening nel nostro paese.

Leggi l’articolo

 

Torna indietro