Cancro al fegato: rischio particolarmente elevato con l'epatite D

Una meta-analisi dell'Università di Ginevra e dell'Ospedale Universitario di Ginevra HUG mostra che l'infezione con il virus dell'epatite D aumenta il rischio di cancro al fegato tre volte più di quello delle persone infettate dall'epatite B.

Il virus dell'epatite D si manifesta solo insieme all'infezione da epatite B. Non è stato ancora oggetto di ricerche approfondite. È stato ora dimostrato che la coinfezione da epatite D è associata ad una maggiore incidenza di cancro al fegato. Il cancro al fegato è un tipo di cancro molto aggressivo ed è spesso mortale.

I ricercatori hanno valutato 93 studi che hanno coinvolto 100.000 pazienti. Si stima che 250 milioni di persone in tutto il mondo siano infettate dall'epatite B e altri 15-20 milioni dal virus dell'epatite D. In Svizzera si suppone che 44'000 persone siano affette da epatite B e circa 1500 persone da epatite D.

Un'infezione cronica con il virus dell'epatite B è controllabile ma difficilmente curabile. Tuttavia, esiste una vaccinazione efficace che protegge anche dall'infezione da epatite D.

Gli autori concludono dai risultati che tutti i pazienti affetti da epatite B cronica dovrebbero essere sottoposti a test per l'epatite D e che sono urgentemente necessarie terapie migliori per trattare l'infezione da epatite B.

Alfaiate D. et al (2020): Chronic hepatitis D and hepatocellular carcinoma: A systematic review and meta-analysis of observational studies

Torna indietro